Natale, fantasia in tavola

Click to enlarge

Il momento di sedersi a tavola il giorno di Natale è, per molte ragioni, sempre ricco di gioia e solennità; per rendere veramente speciale questa circostanza però, può valere la pena di fare un piccolo sforzo e mettere -letteralmente - “in tavola” un pizzico di accuratezza in più. 

L'allestimento della “scenografia” è un aspetto altrettanto importante di quello gastronomico: una tavola apparecchiata con fantasia e buon gusto moltiplica il piacere di pranzare in compagnia.

Innanzitutto i colori: quelli classici della tradizione natalizia sono il verde, il rosso, l'oro, l'argento e il bianco. Per evitare eccessi e confusione, è però meglio non combinarli tutti insieme, ma abbinarne solo due o tre, a seconda dei gusti. Ad esempio, un'ottima scelta può essere quella di utilizzare una tovaglia rossa con sottopiatti d'oro, piatti bianchi senza decorazioni, tovaglioli dorati e bicchieri di cristallo.

In alternativa, per ottenere un'atmosfera più luminosa, si può scegliere una tovaglia bianca con sottopiatti di vetro rosso, servizio di ceramica bianca, bicchieri, segnaposto e portatovaglioli rossi.

Naturalmente tutti gli elementi in vetro o cristallo che donano lucentezza alla tavola, come bicchieri e calici (ma vale anche per i sottopiatti), devono essere perfettamente puliti e brillanti, senza la minima traccia di calcare. Per ottenere il miglior risultato si può riempirli di acqua tiepida, aggiungere un cucchiaio di Bicarbonato Solvay® e passarli delicatamente con una spugnetta non abrasiva prima di risciacquarli: non saranno mai stati così splendenti!

Una tavola “speciale” come quella di Natale deve essere impreziosita da elementi di uso non proprio quotidiano, come ad esempio le posate d'argento. Questo nobile metallo, però, tende a ossidarsi in breve tempo, così, per evitare di mettere in tavola un servizio opacizzato, è necessario procedere ad un'accurata lucidatura preventiva.

Escludendo i prodotti chimici che possono risultare tossici, un'ottima soluzione consiste nello sfruttare l'azione delicatamente abrasiva di Bicarbonato Solvay®. Si può cioè formare una pasta con una parte di acqua e 3 parti di bicarbonato e strofinarla sulle posate con l'aiuto di un panno morbido di cotone fino alla completa eliminazione di ogni macchia, prima di risciacquare e asciugare bene.

Per un effetto davvero suggestivo sono importanti anche le decorazioni centrotavola e altri dettagli: alcuni frutti quasi dimenticati, come i melograni, si prestano perfettamente per una composizione naturale e dai colori tenui; si possono poi legare le posate e i tovaglioli con nastri colorati, magari insieme a un rametto di vischio; scegliere come segnaposto piccole candele bianche e oro adornate con fiocchi rossi e verdi; utilizzare piccoli animaletti di zucchero o marzapane che faranno la gioia dei più piccoli.

Le decorazioni non devono in ogni caso mai essere troppo “invadenti” e le candele assolutamente non profumate, per non alterare il sapore dei cibi.

Un ultimo consiglio: lasciare a portata di mano una scorta di tutto (tovaglioli, bicchieri, piatti, ecc…) può essere di aiuto nel caso ci sia bisogno di qualche sostituzione.