I tortelli di carnevale

carnival frittersClick to enlarge

Regione che vai carnevale che trovi: in Italia le tradizioni carnevalesche sono tantissime, e quasi ogni città o paese ha le proprie, tramandate e custodite gelosamente insieme alle ricette dei dolci tipici di questo periodo. 

Solo per citarne alcuni, chiacchiere, zeppole, castagnole, frittelle… e naturalmente tortelli in mille varianti, ognuna con ingredienti e preparazione più o meno “segreti”.
Bicarbonato Solvay® ti spiega qui come preparare i “classici” tortelli di carnevale milanesi, deliziose palline di pasta fritta e dorata, poi cosparse di zucchero.
Si racconta che questi dolci siano nati come augurio di un anno prospero, da condividere facilmente con i cittadini grazie al fatto di poterne cuocere rapidamente grandi quantità in pentoloni d’olio bollente posti nelle piazze.
In ogni caso, qualunque sia la loro origine, solo a immaginarne un piatto stracolmo e fumante appena portato in tavola, si scatena un’irresistibile acquolina in bocca.
Vediamo allora come realizzarli alla perfezione, grazie alla ricetta di Bicarbonato Solvay®.

Ingredienti (per circa 20 tortelli)

  • 100 g di farina
  • 170 ml di acqua
  • 30 g di burro
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 cucchiaio di rum o grappa
  • Buccia di limone grattugiata
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di Bicarbonato Solvay®

Preparazione
Metti a freddo in una pentola acqua, burro, zucchero, sale, buccia di limone e fai bollire.
Togli la pentola dal fuoco e aggiungi la farina, mescolando bene con un cucchiaio di legno fino a ottenere un composto liscio e senza grumi.
A questo punto rimetti a scaldare a fuoco basso mescolando per qualche minuto, fino a quando il composto si stacca dalle pareti della pentola.
Lascia raffreddare, poi aggiungi il rum e le uova e miscela bene con le fruste.
Quando le uova saranno completamente assorbite e il composto avrà la consistenza di una crema molto densa e vellutata, unisci Bicarbonato Solvay® continuando a miscelare. L’azione del bicarbonato favorirà una leggera lievitazione rendendo i tortelli più soffici e leggeri.
Mentre lasci riposare l’impasto per qualche minuto versa abbondante olio di arachide in una pentola alta e quando sarà caldissimo (la temperatura ideale sarebbe 180°) fai friggere i tortelli pochi per volta, formando delle piccole palline con l’aiuto di due cucchiai.
Dovranno cuocere fino a quando saranno ben dorati (ci vorranno circa un paio di minuti), poi scolali sulla carta da cucina con una schiumarola, passali ancora caldi nello zucchero e servili subito.
Per una variante ancora più gustosa puoi anche riempirli di crema con l’aiuto di una siringa da pasticciere.