Prenditi cura del benessere del tuo bambino dedicandogli l’amore e l’attenzione che merita grazie alla delicatezza e alla sicurezza di Bicarbonato Solvay®.

Un asilo da affrontare
cute kid girl have fun painting her hands

Non si chiama più asilo in verità, e neanche materna, oggi è la scuola dell'infanzia, ma il concetto non cambia: si tratta della prima grande esperienza di socializzazione nella vita di un bambino.

Una scoperta ludica del mondo scolastico, un passaggio fondamentale di autonomia e “separazione” dai genitori, che il piccolo deve affrontare in serenità e leggerezza, con il tuo aiuto e con quello di Bicarbonato Solvay®.

Dal punto di vista educativo-formativo l’unica raccomandazione è di avere fiducia nel tuo bimbo e… nelle maestre. Con il loro supporto saprà cavarsela egregiamente anche senza di te. Poi, una volta tornato a casa, niente ti impedirà di coccolarlo ancora più del solito...

Ecco invece qualche consiglio pratico e organizzativo su come affrontare alcuni “classici” problemi di questo periodo, e rendere l’inserimento meno traumatico possibile, sia per lui sia per te.

 

Bucato a ciclo continuo

Il rumore della lavatrice è ormai il sottofondo abituale delle tue serate… ti sembra di aver messo su una lavanderia, ma nelle condizioni in cui torna a casa il tuo bambino non si può fare diversamente. Il grembiulino è un campo di battaglia, ma anche i vestiti che stanno sotto sono un disastro. Il mistero è capire come sia riuscito a ridurli così; la certezza è che senza Bicarbonato Solvay® saresti perduta.

Aggiungi un cucchiaio di Bicarbonato Solvay® nella vaschetta della lavatrice insieme al detersivo liquido abituale per potenziarne l’effetto, e se devi pretrattare una macchia difficile usa una pasta di acqua e bicarbonato e lasciala agire prima del normale lavaggio.

NB: non usare questo procedimento per lana e seta.

 

Cameretta d’artista

Lavoretti in classe e libero sfogo alla fantasia artistica a casa… La sua cameretta sembra la stanza di un Picasso in erba. Tavolino, sedie, mobili e scaffali: nulla si salva dai suoi momenti di creatività da pennarello. A te, che di certo non vuoi mettere un freno alle sue potenzialità… non resta che rimediare con l’aiuto di Bicarbonato Solvay®.
Basta sfregare una spugna umida cosparsa di bicarbonato sulle superfici lavabili per eliminare ogni segno di matite o pennarelli, ma il metodo è efficacissimo anche per i residui di colla, e senza rischio di danni o graffi.

 

Quando il pannolino non c’è più…

Abbandonare il pannolino è una conquista faticosa, e qualche incidente di percorso è da mettere in preventivo. Soprattutto in una situazione e un ambiente vissuti dal bambino con un pizzico di ansia e stress in più rispetto a casa. Dell’odore della biancheria bagnata di pipì faresti volentieri a meno, ma niente drammi: Keep Calm and Use Bicarbonato Solvay®.

Basta aggiungerne un cucchiaio in lavatrice nella fase del risciacquo per neutralizzare ogni traccia persistente di cattivo odore e avere un bucato sempre fresco.

 

Quale passatempo?

Le educatrici dell’asilo diventeranno in breve tempo un “mito” per il tuo bambino, ma tu che sei la sua mamma non vorrai mica essere da meno?

Ti toccherà perciò trasformarti nell’"inventagiochi", per coinvolgerlo in modo creativo e intelligente anche a casa. Bicarbonato Solvay® ha la ricetta giusta anche per questo.

Per realizzare insieme una plastilina tutta al naturale, potete impastare Bicarbonato Solvay® con acqua e amido di mais, poi sbizzarritevi liberando la fantasia.

Tutti in classe!
School kids running in elementary school hallway

Per circa 8 milioni di ragazzi italiani, settembre significa soltanto una cosa: l’inizio dell’anno scolastico.

Soprattutto per i più piccoli, farsi trovare pronti all’appuntamento significa partire con il piede giusto, evitando quell’ansia che potrebbe compromettere serenità e rendimento.

Anche alcuni dettagli, solo in apparenza insignificanti, possono invece contribuire ad affrontare “l’avventura” nel modo più positivo possibile, e con i consigli di Bicarbonato Solvay® sarà davvero semplice metterli a punto.

Vediamo dunque le “dritte” per affrontare al meglio il “back to school”.

 

Organizzarsi in anticipo

Per evitare le corse dell’ultimo minuto bisogna preparare tutto il materiale necessario per tempo. Zaino, quaderni, diario e libri già pronti qualche giorno prima della data fatidica, regalano una sicurezza in più, insieme al grembiule – per le scuole che lo prevedono – che deve naturalmente essere perfettamente in ordine, pulito e stirato. Naturalmente non lo resterà a lungo, soprattutto “grazie” all’uso frequente dei pennarelli, ma niente paura.

 

Stiamo sereni

Parola d’ordine: niente ansia. Spetta ai genitori trasmettere serenità in vista del primo trillo di campanella. Se i nostri figli ci vedono tranquilli tenderanno a esserlo anche loro. Nel caso si percepiscano piccole tensioni, in particolare all’inizio di un nuovo ciclo, non bisogna drammatizzare, bensì cercare di coinvolgere il ragazzo, discutendo del programma che affronterà e delle attività extra-scolastiche, confrontandosi con lui riguardo alle sue aspettative e speranze. In altre parole, responsabilizzarlo per farlo sentire grande.

 

Una stanza accogliente

La qualità dell’ambiente di studio a casa è molto importante per la tranquillità complessiva dello studente, perciò bisogna insistere soprattutto sul mantenimento dell’ordine e della pulizia in cameretta. Su quest’ultimo aspetto, una grossa mano te la può dare come sempre Bicarbonato Solvay®: ad esempio basta una spugna umida cosparsa di prodotto per eliminare tracce di sporco e grasso, o segni di matita e pennarello, da ogni superficie lavabile, come tavolini o scrivanie.

 

Il corretto stile di vita

Un ultimo aspetto, ma molto importante, riguarda le corrette abitudini da seguire, soprattutto in campo sonno e alimentazione, per vivere la routine scolastica senza traumi. I pediatri consigliano per questo ai genitori di far seguire ai loro figli una dieta equilibrata, partendo da una sana colazione al mattino, con tanta frutta e verdura fresca, pochi grassi, e il giusto bilanciamento tra proteine e carboidrati. In questo modo si aiuta il cervello a funzionare al meglio. Anche come spuntino a scuola, molto meglio ad esempio dare ai ragazzi una mela – naturalmente lavata con Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura in microgranuli rispetto alla classica merendina confezionata.

Per quanto riguarda il sonno, fondamentale per permettere un pieno recupero al fisico e alla mente, gli esperti americani della Sleep Foundation avvertono che i bambini nella fascia 6-10 anni dovrebbero dormire non meno di 9-11 ore a notte, mentre quelli tra gli 11 e i 13 anni, necessitano di circa 8-9 ore. Un sonno insufficiente può infatti incidere negativamente su memoria e attenzione, e per questo si raccomanda di vietare l’utilizzo dello smartphone prima di andare a letto, che come noto può rendere più difficoltoso l’addormentamento.

Come proteggere i bambini dal caldo
Cute blond baby girl laughing and enjoying the sun sitting on a small red chair in a garden

Quando l’estate è al culmine e l’afa “picchia duro”, soprattutto in città, il senso di malessere può essere veramente elevato e mettere a dura prova il nostro fisico. Se succede a noi adulti, che bene o male sappiamo come difenderci, figuriamoci a quali disagi può andare incontro un bambino o un neonato.

I bambini soffrono il caldo più del freddo, e se molto piccoli sono più esposti al rischio disidratazione, infatti circa il 75% del loro peso corporeo è costituito da acqua, contro il 50-60% di un adulto; inoltre disperdono il calore meno efficacemente e tendono a sudare di più.
Se a tutto ciò aggiungiamo il fatto che non possono comunicare a parole le loro necessità, per la mamma diventa indispensabile mettere in atto qualche strategia per prevenire gli effetti nocivi delle temperature elevate.

 

Ecco i consigli anti-caldo di Bicarbonato Solvay® da seguire per il benessere del tuo bambino.

 

Acqua

Dagli spesso da bere, specialmente all’aperto e quando vedi che sta sudando. Nei primi 5-6 mesi di vita però il piccolo non deve assumere altri liquidi oltre al latte materno (o artificiale), quindi casomai aumenta la frequenza delle poppate. Solo con il passaggio graduale alle pappe puoi cominciare a offrirgli dell’acqua nel biberon. Sempre a proposito di acqua, puoi passargli una spugna umida su testa, braccia e gambe: l’evaporazione gli darà una piacevole sensazione di freschezza.

 

Frutta e verdura

Se il tuo bambino è più grandicello segui un’alimentazione con pochi grassi e ricca di frutta e verdura, utile all’organismo per reintegrare i liquidi e i sali minerali persi con la sudorazione. Un’ottima abitudine è quella di offrire un frullato al posto della solita merenda.

Naturalmente devi essere sicura che la frutta sia perfettamente pulita, perciò per rimuovere tutte le impurità utilizza Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura in microgranuli: sfregalo direttamente sulla buccia della frutta, sfruttando l’efficacia dei microgranuli oppure aggiungilo all’acqua di lavaggio, per un ammollo di circa 10 minuti, prima di procedere al risciacquo con acqua correte.

 

Quando uscire

Una regola di buon senso è tenere il bambino in casa nelle ore più calde della giornata, dalle 11 alle 16, e in ogni caso evita di esporlo al sole diretto, in particolare fino ai 6 mesi di vita quando la sua pelle è molto delicata. La norma va osservata anche in vacanza: al mare, ad esempio, non basta tenerlo sotto l’ombrellone per proteggerlo, perché i raggi UV possono raggiungerlo anche attraverso il tessuto o con il riflesso della sabbia. Inoltre, ogni volta che lo porti fuori applicagli una protezione solare specifica per bambini.

 

Abbigliamento

Soprattutto per un neonato la questione non è così banale come potrebbe sembrare.

Il suo sistema di termoregolazione non funziona ancora bene, perciò dovrai toccarlo spesso sulla schiena e sulla nuca per capire se sta soffrendo il caldo.

Se lo trovi eccessivamente sudato cambialo subito con indumenti asciutti e puliti; meglio non lasciarlo nudo con il solo pannolino: una maglietta o una tutina di cotone è comunque traspirante e aiuta a mantenere la giusta temperatura sulla pelle.

Dovendolo cambiare di frequente, è importante che il bucato del tuo bimbo sia sempre fresco e profumato, perciò aggiungi sempre Bicarbonato Solvay® al normale detersivo per potenziarne l’effetto ed eliminare il cattivo odore.

 

Aria condizionata

Il condizionatore in cameretta è un’ottima soluzione per mantenere un clima costantemente fresco, ma non devi esagerare. L’ideale sarebbe avere una temperatura più bassa di circa 4-5 gradi rispetto all’esterno, per evitare sbalzi eccessivi. Lo stesso vale per l’auto.

Per un fresco più naturale va comunque benissimo anche un semplice ventilatore da soffitto o un deumidificatore, in grado di eliminare l’effetto afa.