Cucina veloce

Segui i nostri suggerimenti per piatti e ricette facili e veloci, adatte ad ogni occasione. Con Bicarbonato Solvay® saranno sempre sfiziose.

Scopri le ricette estive di Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura; fresche, leggere e gustose da portare in ufficio.
Bentobox

Schiscetta, bento, lunch box: la tendenza di quest’anno è portarsi il pranzo da casa. Complice la moda giapponese, si sta diffondendo sempre di più l’uso del famoso contenitore con almeno sei spazi interni, di diverse dimensioni, adatte a contenere anche semi, oli e salsine che impreziosiscono insalate e macedonie.
La schiscetta “bento” è quindi la soluzione per mangiare, ovunque ci si trovi, un pasto ricercato, ricco e sano, in cui gli ingredienti principali siano la frutta e la verdura… E se Frutta e verdura sono gli ingredienti perfetti per ricette leggere e gustose, BicarbonatoSolvay® Frutta & Verdura è l’ideale per lavarle accuratamente e senza rovinare la buccia

Ecco quindi le tre ricette esclusive di Bicarbonato Solvay®Frutta &Verdura: dall’insalata di riso con gamberi e mela verde alla macedonia con sciroppo di zenzero e menta.

Prima della preparazione dei piatti, per eliminare ogni impurità, frutta e verdura sono state massaggiate delicatamente con i microgranuli di Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura e poi lasciate a bagno per 10 minuti sempre in acqua e bicarbonato (1 cucchiaio ogni litro), e infine risciacquate con acqua corrente.

Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura è 100% Bicarbonato Solvay® ad uso alimentare, quindi puro e sicuro come sempre, ma con caratteristiche appositamente studiate per renderlo ancora più pratico ed efficace nel lavaggio di frutta e verdura. La nuova formulazione in microgranuli, che rende il prodotto più fluido e facilita l’utilizzo, è anche molto efficace nel rimuovere lo sporco senza graffiare; ideale quindi, non soltanto per il lavaggio di frutta e verdura, ma anche per la pulizia delle superfici delicate.

 

 

LE RICETTE

Insalata di riso, gamberi e mela verde

Per una porzione

Lessate 60 g di riso Basmati in abbondante acqua salata, scolatelo al dente, raffreddatelo sotto l’acqua corrente e trasferitelo in una ciotola, poi conditelo con olio extravergine di oliva e se vi piace potete aggiungere un cucchiaino di pepe rosa.
Lavate con acqua e Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura 2 piccoli ravanelli, 1 lime, qualche fogliolina di prezzemolo e una mela verde. Sgocciolate ed asciugate bene tutti gli ortaggi.
Affettate uno spicchio di mela e i ravanelli e uniteli al riso. Potete anche unire 4 code di gambero lessate per rendere la ricetta più gustosa. Condite con la scorza di mezzo lime, il suo succo e mescolate. Trasferite il riso nella bento box e guarnite con il prezzemolo.

 

Crudité con dressing di cannellini
Per una porzione

Lavate con acqua e Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura 1 carota, 1 piccolo cetriolo e 2 o 3 coste tenere di sedano con le loro foglie; asciugate tutto, pelate la carota e il cetriolo e tagliateli a bastoncini.
Per preparare la salsa frullate 100 g di fagioli cannellini in scatola, sciacquati e sgocciolati, condite con sale e pepe e unite le foglie di sedano tritate. Eventualmente potete aggiungere un cucchiaio di yogurt.
Trasferite i bastoncini di verdura e la salsa in 2 scomparti separati della bento box.

 

Macedonia con sciroppo e menta
Per una porzione

Versate 40 g di zucchero 40 g di acqua in un pentolino, potete unire se volete anche qualche fettina di zenzero e portate ad ebollizione. Fate sobbollire per 3 minuti mescolando di tanto in tanto per far sciogliere bene lo zucchero, togliete dal fuoco e fate raffreddare.
Lavate con acqua e Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura 200 g di frutta mista tra cui lamponi, more, mirtilli, ciliegie e uva bianca. Se volete potete aggiungere anche alcune foglioline di menta.
Trasferite la frutta nella bento box, conditela con lo sciroppo e guarnite eventualmente con le foglioline di menta.

Insalata: il piatto unico "presto e bene"
Insalata_pranzoveloce

Presto perché ci vuole poco a prepararla, bene perché è salutare e gustosa.

Un’insalata ricca e ben condita è ben più di un semplice contorno: si può trasformare in un piatto unico semplicissimo e leggero, perfetto per un pranzo sfizioso, a casa o da portare in ufficio per una pausa diversa dal solito. Verdure, colore e tanto sapore, per restare sazia fino a sera, senza quel fastidioso “buco” nello stomaco a metà pomeriggio...

Le fibre infatti garantiscono un’elevata sensazione di sazietà, e così durante la giornata non avrai bisogno di ricorrere ad altri “riempitivi”, come i classici crackers…

 

Insalate da chef

In ambito “insalate gourmet” la fantasia la deve fare da padrona, e puoi sbizzarrirti nell’aggiungere mille ingredienti nuovi e originali: volendo puoi anche prendere ispirazione dal famoso chef Danilo Angè, che con l’aiuto di Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura è maestro nel creare nuovi e originalissimi piatti a base di frutta e verdura.

Senza ambizioni di alta cucina, quella che ti proponiamo noi vuol essere solo uno spunto da cui prendere ispirazione, e potrai arricchirla o modificarla in base ai tuoi gusti.

 

Insalata con germogli e salsa allo yogurt

Ingredienti:

  • Misticanza di stagione

  • Germogli vari

  • Carote e zucchine a julienne

  • Pomodorini pachino

  • Pomodori secchi

  • Capperi e olive

  • Feta

  • Noci

  • Fiori di violetta

  • Yogurt

  • Senape

 

Come fare

La preparazione è semplicissima, ma bisogna avere a portata di mano gli ingredienti giusti e prepararli nel modo corretto, a partire dal lavaggio della verdura, da effettuare “rigorosamente” con Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura in microgranuli, studiato apposta proprio per lavare anche gli ortaggi più delicati con maggiore efficacia e senza danneggiarli.

Basta mettere la misticanza e i germogli in una bacinella piena d’acqua, aggiungendo un paio di cucchiai di microgranuli, lasciando tutto a bagno per 10-15 minuti prima di sciacquare e poi “centrifugare”. L’efficacia pulente di Bicarbonato Solvay®Frutta & Verdura rimuoverà ogni residuo di terra o sporco, e avrai così a disposizione una “materia prima” totalmente sicura.

Ora metti nella ciotola insalata e germogli appena lavati e ben asciutti, e aggiungi man mano gli altri ingredienti, mischiandoli delicatamente.

Prima le carote, poi i pomodori secchi tagliati a listarelle, capperi e olive a piacimento, infine i pomodorini pachino interi e la feta tagliata a dadini non troppo piccoli.

Per guarnire puoi aggiungere alla fine 5-6 gherigli di noce e, se proprio vuoi “esagerare”, qualche fiore di violetta, per un delicato tocco d’artista….

Poi prepara a parte il condimento, da aggiungere all’ultimo. Gli americani lo chiamano dressing proprio perché “veste” e lega perfettamente tutti gli ingredienti. Va bene anche un semplicissimo olio e aceto, ma per provare qualcosa di più intenso e particolare prova a emulsionare una tazza di yogurt magro con un cucchiaio di senape e un filo d’olio EVO. Il tocco in più…

Ultima cosa: piano con il sale, perché capperi, olive e pomodorini secchi sono già piuttosto “carichi”.

Nota finale sui germogli: se ne trovano di moltissime varietà, da quelli di soia – i più famosi –, a quelli di cipolla, bietola ed erba medica, chiamati alfalfa. Spesso trascurati, sono invece molto saporiti, salutari e ricchissimi di vitamine e altre sostanze benefiche per l’organismo. Alcuni li coltivano addirittura in casa partendo dai semi. Perché non provare?

Pausa pranzo di salute
packaging_food_foam_plastic-Alve-One

La pausa pranzo in compagnia di Bicarbonato Solvay® diventa un momento gradevole e salutare: in fondo basta poco per mangiare in modo sano senza per questo dover rinunciare al piacere del gusto.
Dalla preparazione dei cibi che porti in ufficio, all’igiene dei contenitori in cui li trasporti, Bicarbonato Solvay® ha mille consigli da darti per migliorare la qualità del tuo break quotidiano.

Il ritmo lavorativo forsennato di tutti i giorni ci costringe spesso a ridurre “all'osso” il momento del pranzo, che si trasforma facilmente in una corsa contro il tempo, più che in una pausa di relax. Tutto a svantaggio del livello qualitativo della nostra alimentazione e, naturalmente, della salute.

Se vogliamo cercare di mantenere abitudini salutari, la soluzione “panino al volo” è da considerare una sorta di strappo alla regola che, invece, dovrebbe essere quella di portarsi da casa un pranzo nutriente ma leggero e bilanciato.

Nel corso degli ultimi anni, fra l'altro, la sana abitudine della “schiscetta”, come viene chiamata dai milanesi, ha avuto un deciso incremento a causa - o in questo caso grazie - alla crisi diffusa. 

Cosa mettere, dunque, nel classico tupperware? L'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda il consumo di almeno 400 g al giorno tra frutta e verdura, per prevenire l'insorgenza di diverse tipologie di tumori e malattie croniche a carico dell'apparato cardiovascolare e gastrointestinale. Oltre a ciò, inoltre, frutta e verdura sono povere di calorie, a tutto vantaggio della linea, e ricche di acqua e sali minerali, che aiutano una corretta idratazione.

Largo dunque ai vegetali per fare il pieno di salute: le insalate stanno senza dubbio in cima alla lista di popolarità degli “aficionados” del pranzo fai da te. Le varianti sono praticamente infinite, da quelle 100% vegetariane, magari con lattuga, verdure grigliate e arance a quelle più sfiziose, con radicchio, uova sode, aringhe e formaggio feta. Si pensi che in rete esistono addirittura numerosi forum dove ci si scambiano ricette e idee nuove per la pausa pranzo.

Un aiuto efficace può arrivare dall'osservanza di un paio di semplici norme: le verdure che finiscono nella nostra insalata devono essere lavate con estrema cura, soprattutto se preparate e chiuse nel contenitore la sera precedente.

Una soluzione di acqua e Bicarbonato Solvay® (1 cucchiaio di prodotto ogni litro d'acqua) aiuta a rimuovere molti più residui rispetto al semplice lavaggio con acqua: le verdure a foglia vanno immerse per almeno dieci minuti e poi risciacquate sotto l'acqua corrente. 

Per le altre verdure si può utilizzare una pasta (1 parte di acqua e 3 di Bicarbonato Solvay®) da sfregare direttamente sulla buccia prima di risciacquare.

Anche il tupperware vuole qualche piccola attenzione per garantirti la sicurezza igienica e una corretta conservazione degli alimenti. Soprattutto se di plastica, tende a trattenere gli odori, e un semplice lavaggio in lavastoviglie può non essere sufficiente ad eliminarli.

Dopo averlo lavato, prova a immergerlo in una soluzione di acqua calda e Bicarbonato Solvay® (2 cucchiai - 50g di prodotto per ogni litro d'acqua), e lascia agire qualche minuto, poi risciacqua: le caratteristiche del prodotto eliminano ogni odore residuo e garantiscono un'igiene corretta.

Al di là delle buone intenzioni, non sempre però c'è il tempo o la voglia di preparare la sera il pranzo del giorno seguente… in questi casi, come si diceva sopra, se proprio panino deve essere, che almeno si seguano alcune semplici regole.

Intanto possiamo cominciare col dire che sarebbero da evitare i classici “panini da bacheca” che vediamo esposti in moltissimi bar, preparati in largo anticipo in attesa del fatidico “pronti via” delle ore 13.00. Sui deficit igienici di tali prodotti si potrebbe stendere un trattato: insalate e pomodori non lavati, cotolette riscaldate più di una volta, verdure servite fresche di… congelatore, ripetute manipolazioni ed esposizione prolungata del panino pronto.

Molto meglio sarebbe avere a portata di mano un negozio di alimentari a cui rivolgersi per farsi preparare al momento un sandwich con ingredienti a scelta. 

Non meno importante della qualità di quello che mettiamo nello stomaco, è il tempo impiegato per farlo: bisognerebbe cercare di consumare il pranzo lentamente, possibilmente seduti e adottando il metodo dello “stacco mentale”, ovvero rilassarsi, dimenticarsi degli impegni, parlare e pensare ad altro. Se il tempo a disposizione lo permette, prima di ritornare al lavoro, sarebbe opportuno passeggiare dieci minuti o più per aiutare la funzionalità digestiva e quella intestinale.

 

Ecco per finire un paio di spunti per piatti nutrienti, leggeri ed equilibrati:

  • Tacchino in insalata

Ingredienti: 1 fetta di fesa di tacchino, insalata mista, zucchine, mozzarella, olive verdi snocciolate, foglie di basilico, sale, pepe, olio, 1 cucchiaino di Bicarbonato Solvay®.

Far saltare il tacchino in padella con un filo d'olio e tagliarlo a striscioline; grigliare le zucchine tagliate a fettine sottili; unire il tutto all'insalata mista, precedentemente lavata in una soluzione di acqua e Bicarbonato Solvay®, aggiungendo la mozzarella tagliata a cubetti, le olive verdi snocciolate e qualche foglia di basilico. Sale e pepe a piacere. 

  • Insalata di farro e tonno

Ingredienti: 150 g di farro perlato, 2 cipollotti, 2 pomodori, 50 g di fagioli cannellini, ½ gambo di sedano, prezzemolo, 1 scatoletta di tonno, 1 filetto di acciuga, 1 cucchiaino di Bicarbonato Solvay®.

Lessare in abbondante acqua salata farro e fagioli separatamente. Scolarli e farli raffreddare, metterli in un'insalatiera con il tonno, il sedano e i cipollotti tritati, i pomodori tagliati a cubetti (le verdure crude vanno prima lavate in una soluzione di acqua e Bicarbonato Solvay®) il filetto d'acciuga sbriciolato. Condire tutto con olio, sale e pepe.

  • Frittata con patate e zucchine

Ingredienti: 2 uova, 1 patata, 1 zucchina, maggiorana, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, sale, pepe, olio, ½ cucchiaino di Bicarbonato Solvay®.

Far saltare le patate tagliate a cubetti molto piccoli e le zucchine a rondelle con un filo d'olio in una padella antiaderente. Quando sono pronte sbattere a parte le uova con il parmigiano, abbondante maggiorana, sale e pepe e 1/cucchiaino di Bicarbonato Solvay® per rendere più soffice la frittata. Aggiungere il composto direttamente nella padella delle verdure e cuocere per cinque minuti girando la frittata a metà cottura con l'aiuto di un piatto.

 

Pic nic sotto l'ombrellone
holiday notice cover

Durante tutto l'anno la pausa pranzo si svolge tra un panino veloce e un caffè. Per questo, almeno in vacanza, dovremmo impegnarci un poco di più per mangiare in maniera attenta e sicura, naturalmente con il prezioso aiuto di Bicarbonato Solvay®.

Per una volta, dedichiamo qualche minuto a quei particolari che a casa magari “dimentichiamo” per mancanza di tempo, come ad esempio il lavaggio accurato della frutta e la pulizia approfondita dei contenitori per il cibo: la salute e il benessere si conquistano anche con i dettagli. 

Soprattutto al mare, dove spesso - a causa della “dedizione” alla spiaggia e all'abbronzatura - si tende a trascurare l'aspetto nutrizionale, cerchiamo di prenderci i giusti tempi, “eludendo” le ore più calde per consumare un pasto adatto alle circostanze che ci permetta di recuperare le energie: un'intera giornata in spiaggia può essere infatti “stressante” e faticosa per il nostro corpo. 

“Saltare” in attesa della cena, magari con la scusa della linea, non va affatto bene: privilegiamo i cibi integrali, le verdure fresche, la fruttaad alto contenuto di acqua e potassio (pesche, banane, meloni, anguria), evitiamo gli alimenti e i condimenti grassi (meglio sostituire il burro con l'olio extravergine d'oliva) o eccessivamente calorici che richiedono sforzi per essere metabolizzati. Cerchiamo di bere molto, anche se non avvertiamo la sete, ma niente bevande troppo fredde, caffeina e alcolici.

Frutta e verdura, si diceva: evitiamo però di mangiare la “classica” pesca comprata dal fruttivendolo più vicino alla spiaggia e sciacquata sommariamente alla fontanella... oppure di consumare le fragole direttamente dalla vaschetta appena acquistata al minimarket. Non rinunciamo alla sicurezza che garantisce Bicarbonato Solvay® e adottiamo qualche semplice accorgimento per essere certi di mangiare frutta e verdura davvero sana.

Ecco come fare: per i prodotti a buccia “rigida” come mele e pere, si può realizzare una pasta di acqua e Bicarbonato Solvay® (una parte di acqua e 3 di polvere) da sfregare direttamente sulla buccia prima di risciacquare bene sotto acqua corrente. In questo modo si eliminano le eventuali impurità, e si può consumare il frutto senza bisogno di sbucciarlo (l'eliminazione della buccia, tra l'altro, non garantisce la completa eliminazione dei contaminanti, i quali potrebbero venir veicolati all'interno della polpa dalla lama del coltello).

Lo stesso procedimento può essere impiegato anche per prugne, pesche e pomodori, soltanto con un pizzico di delicatezza in più. La frutta di piccole dimensioni come uva, frutti di bosco e fragole va invece lasciata a bagno per almeno dieci minuti in una bacinella con una soluzione di acqua e Bicarbonato Solvay® (un cucchiaio di bicarbonato ogni litro d'acqua) e poi risciacquata. 

Un'alternativa a Bicarbonato Solvay®, ancora più pratica ed efficace, è costituita dal nuovo Bicarbonato Frutta & Verdura che, con la sua formula in microgranuli, è studiato apposta proprio per il lavaggio di frutta e verdura, ed è in grado di rimuovere a fondo residui e impurità senza danneggiare la buccia.. 

Attenzione verso ciò che si mangia non significa necessariamente sedersi a una tavola imbandita di tutto punto. Anche un divertente pic-nic sulla spiaggia, se realizzato con cura, può rivelarsi una scelta salutare: una borsa frigo e qualche tupperware da riempire la mattina o la sera prima, “l'attrezzatura” necessaria. 

Ecco di seguito qualche spunto per “ricette da spiaggia” semplici e di soddisfazione, ma prima un ultimo suggerimento pratico: oltre alla preparazione dei piatti prestiamo molta attenzione anche al loro “stoccaggio”. Ideale una borsa frigo non troppo ampia che conservi bene il freddo (inutile dire che va riposta all'ombra), nella quale disporre ben impilati e fermi i vari contenitori in plastica. Sia la borsa che i tupperware devono essere perfettamente puliti e igienizzati, per eliminare ogni traccia di odori residui, e chi potrebbe aiutarci più efficacemente di Bicarbonato Solvay®?

I contenitori in plastica tendono a trattenere gli odori sgradevoli: per risolvere il problema vanno immersi - dopo il normale lavaggio - per qualche minuto in una soluzione di acqua calda e Bicarbonato Solvay® (2 cucchiai - 50g di prodotto per ogni litro d'acqua) e poi risciacquati. Anche per una corretta igiene in tutta sicurezza della borsa frigo si può utilizzare una soluzione di acqua e Bicarbonato Solvay® al posto di un normale detergente chimico, con il vantaggio di non lasciare residui potenzialmente dannosi. 

 

Insalata di pollo

Ingredienti per 4 persone: 300 g di petto di pollo a fettine, 100 g di insalatina, formaggio emmenthal, carote, sedano, peperoni e olive, maionese, olio, senape, sale e pepe, Bicarbonato Solvay® (per il lavaggio delle verdure).

Grigliare le fettine di pollo e tagliarle a striscioline. Unire l'insalata e le verdure tagliate a julienne (tutto ben lavato in una soluzione di acqua e Bicarbonato Solvay®), poi il formaggio a dadini; condire con emulsione di olio aceto e senape e legare il tutto con maionese. Questa insalata, molto “americana” è un vero “must” del pic-nic da spiaggia e si accompagna molto bene con il pane integrale. Si può realizzare anche sostituendo il pollo con il tacchino.

 

La panzanella

Ingredienti per 4 persone: 4 fette di pane casalingo (tipo toscano), 2 pomodori, 1 cipolla rossa, 1 cetriolo, 2 coste di sedano, basilico, olio extravergine di oliva, sale, pep, Bicarbonato Solvay® (per il lavaggio delle verdure)

Ricetta tipicamente estiva, classica della cucina “povera” toscana: basta un po' di pane raffermo e verdura di stagione per un piatto fresco e gustoso.

Mettere le fette di pane in una ciotola con acqua fredda e farle ammorbidire per 15 minuti, strizzarle bene con le mani e sbriciolarle in una ciotola.

Tagliare a fettine sottili tutte le verdure, dopo averle lavate con attenzione in acqua e Bicarbonato Solvay®, e unirle al pane. Mescolare bene per fare insaporire. Alla fine aggiungere olio sale e basilico e mescolare ancora. 

 

Frittata con patate e zucchine

Ingredienti per 4 persone: 4 uova, 1 patata, 1 zucchina, maggiorana, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, sale, pepe, olio, un cucchiaino di Bicarbonato Solvay®

Far saltare le patate tagliate a cubetti molto piccoli e le zucchine a rondelle con un filo d'olio in una padella antiaderente. Quando sono pronte sbattere a parte le uova con il parmigiano, abbondante maggiorana, sale e pepe e un cucchiaino di Bicarbonato Solvay® per rendere il composto più soffice e leggero.

Aggiungere il composto direttamente nella padella delle verdure e cuocere per cinque minuti girando la frittata a metà cottura con l'aiuto di un piatto. 

 

Couscous vegetariano 

Ingredienti per 4 persone: 1 cipolla rossa di Tropea, 2 carote, 1 peperone verde, 1 melanzana, 2 zucchine, 1 pomodoro maturo, sedano, spezie a piacere (cumino, curcuma, paprika, zenzero), cous cous, olio extravergine d'oliva, Bicarbonato Solvay® (per il lavaggio delle verdure)

Tagliare le verdure a pezzettini piuttosto piccoli, dopo il consueto accurato lavaggio in acqua e Bicarbonato Solvay®, e farle soffriggere in un'ampia padella antiaderente con tre cucchiai d'olio. Aggiungere le spezie e un bicchiere d'acqua e proseguire la cottura per una decina di minuti.

Nel frattempo preparare il cous cous in una pentola e infine mescolarlo al condimento di verdure.