Pelliccia? Sì, ma ecologica

Outdoor portrait of young beautiful happy smiling girl walking in snow-covered streetClick to enlarge

Chi ha detto che le pellicce non si usano più? Di certo non stiamo parlando di pellicce naturali, realizzate uccidendo degli animali, ma ovviamente di capi ecologici, le cosiddette faux-fur, che negli ultimi 2 o 3 anni sono diventate sempre più “glamour”, con tantissimi modelli presenti nelle collezioni dei principali marchi di moda.

La pelliccia sintetica diventa così una scelta “fashion” ma allo stesso tempo etica e green. Calda e pratica più di quelle naturali, è meno impegnativa e si presta ad abbinamenti originali… l’unico neo è che non sempre è facile pulirla e mantenerla in buone condizioni.

Soprattutto se la indossi in città, tra smog e polveri, con il tempo può perdere morbidezza e lucentezza, oltre ad assorbire i cattivi odori, ma portarla ogni volta in lavanderia non è proprio economico, e in più non mette al riparo da brutte sorprese; perciò per la regolare pulizia periodica è meglio fare da sé in casa, rimandando casomai il trattamento professionale e specializzato a fine stagione.

 

Come pulirla in casa

Per un lavaggio a secco fai da te, particolarmente efficace e sicuro, puoi senz’altro utilizzare Bicarbonato Solvay®Ecco come devi fare.
Cospargi uniformemente la superficie asciutta della pelliccia con abbondante Bicarbonato Solvay® e strofinalo delicatamente nel verso del pelo con un panno morbido; in caso siano presenti delle macchie di sporco insisti su quel punto.
Lascialo agire per una decina di minuti, poi scuotilo via sbattendo il capo dall’interno e infine, per eliminare ogni residuo di bicarbonato, passa una spazzola per tessuti sempre nel senso del pelo.

Ogni traccia di sporco sparirà, anche quello più difficile a base grassa, lasciando la pelliccia di nuovo morbida e lucente, come se non fosse mai stata indossata.
In più, grazie alle proprietà neutralizzanti di Bicarbonato Solvay®, verranno “assorbiti” anche quei fastidiosi residui di cattivo odore, come ad esempio di fumo o cucina, che a volte impregnano il pelo, e il tuo capo tornerà fresco e impeccabile.

In lavatrice

Nulla impedisce di effettuare se necessario un lavaggio in lavatrice della pelliccia. Normalmente è indicato un ciclo delicato con acqua tiepida, senza centrifugare, ma in ogni caso è necessario leggere bene le indicazioni sull’etichetta, che vanno seguite scrupolosamente per evitare danni. L’aggiunta di un cucchiaio di Bicarbonato Solvay® al normale detersivo ne potenzierà l’effetto, aiutando a rimuovere più efficacemente lo sporco. Il capo va poi fatto asciugare steso in orizzontale su un asciugamano, per evitare che perda la forma. Una volta asciutto va spazzolato con delicatezza così da ravvivare il pelo.

 

I modelli “cool”

Le tendenze moda riguardo alle faux-fur dicono che non bisogna aver paura di osare, soprattutto con i colori.

Le possibilità offerte in questo senso sono infinite e, con un pizzico di audacia, ci permettono di “rallegrare” l’inverno con tinte anche molto vivaci.

Nemmeno il fucsia, giallo o verde sono proibiti, anzi… L’importante è saperli portare con disinvoltura.
Sono molto cool anche i colori pastello come il rosa o l’azzurro chiaro, mentre gli animi più tradizionalisti possono tranquillamente scegliere toni caldi, come i classici cammello e cioccolato, naturalmente senza trascurare il nero.
Infine, anche i mille tagli e le creazioni originali degli stilisti, che vanno dal cappotto al bomber, dalla blusa alla cappa, non fanno che confermare la versatilità di un capo davvero divertente, che lascia tutto lo spazio possibile alla tua fantasia.